“Pomeriggio Cinque”: acchiappa-fantasmi a Napoli per trovare quello di Totò

Voi credete ai fantasmi? Perché sembra che quello di Totò sia tornato. È vero che i vicoli di Napoli, quella parte magica ed esoterica, è custode di molte storie sovrannaturali e da non dimenticare che qui è passato quel nobile alchimista principe di Sansevero che ha alimentato molte leggende su questa città. Dunque non risulta poi così difficile che qualcuno abbia visto il fantasma di Antonio De Curtis, soprattutto se a segnalarlo sono turisti, che anche se ammiratori, non muniti di quell’intimo affetto che può nutrire uno che a Napoli ci è nato.

Ad indagare sulla vicenda è stata una napoletana, Barbara D’Urso. Ha così inviato la sua squadra di “Ghostbuster” per scoprire qualcosa in più. L’ultima segnalazione del fantasma di Totò risale allo scorso settembre 2019, in quel di piazza Municipio. Si tratterebbe addirittura della 14esima apparizione segnalata da alcuni cittadini napoletani.

L’attore scomparso nel 1967, in quella occasione, sarebbe ritornato per aggirarsi in piazza e attraversare addirittura le mura di Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli e del Sindaco.

L’inviata di Barbara D’Urso è andata così in giro per chiedere ai cittadini cosa pensassero di queste segnalazioni: “Non credo ai fantasmi”; Finché non lo vedo non ci credo e per adesso non l’ho ancora visto”. Insomma i napoletani sembrano voler ricordare e conservare il ricordo di Totò attraverso quello che è stato. Altri invece ironizzano e rispondono così: “Se è tornato vuol dire che si è trovato bene”. Alla fine sembra che anche Massimo Merendi, re dei Ghostbusters, abbia esaminato più di duemila segnalazioni negli ultimi anni.