Ricetta dei biscotti intorchiati o “taralli dolci” pugliesi

Vota questa ricetta

Un’altra ricetta tipica del Sud, in particolare della Puglia, sono i biscotti intorchiati, cosiddetti per via della loro orma intrecciata con cui si presentano. Insomma treccine zuccherate con le mandorle dal sapore davvero goloso. Dopo averne assaggiato uno, infatti, è irresistibile la tentazione di addentarne subito un altro.

i biscotti intorchiati, o intorcinati, sono tuttavia molto preparati durante le festività cristiane. Ad esempio, anticamente, venivano offerti durante i battesimi e matrimoni; rappresentavano l’unione di Dio al bambino. Forse per questo la loro forma intrecciata che fa pensare ad un abbraccio.

Questo dolcetto della Puglia è noto in alcune zone anche come tarallo dolce ed è una vera prelibatezza. Un toccasana per lo stomaco e lo spirito e per questo oggi abbiamo deciso di svelarvi la ricetta antica.

Ricetta dei biscotti intorchiati o “taralli dolci” pugliesi

Ingredienti:


  • farina “00”, 500 gr
  • mandorle di Toritto pelate ridotte in farina, 50 gr
  • zucchero, 150 gr
  • olio di oliva, 150 g
  • vino bianco, 10 gr
  • mandorle e zucchero per la decorazione

Preparazione:

  1. Impastiamo insieme farina, mandorle tritate, zucchero, olio di oliva. Potete anche utilizzare la planetaria o impastare a mano in una ciotola.
  2. Intiepidiamo il vino bianco e versiamolo lentamente durante l’impasto e lavoriamo il nostro panetto fino a quando vi sembrerà abbastanza amalgamato.
  3. Adesso passiamo alla creazione delle nostre treccine. Su una teglia, ricoperta da carta forno, creiamo i nostri filoncini di pasta a mano e intrecciamoli a due a due passandoli poi nello zucchero. Nel mezzo delle trecce inseriamo le nostre mandorle nelle spazio tra i due filoncini.
  4. A questo punto inforniamo i nostri biscotti intorchiati a 170°C ventilato e per 30 minuti circa. Consigliamo di riporre le teglia sul ripiano più basso del forno per evitare che le mandorle brucino.
  5. A cottura ultimata fate raffreddare e servite pure i vostri biscotti intorchiati o conservateli all’interno di barattoli di vetro per gustarne poi uno ogni tanto.

N.B. alcuni preferiscono anche la ricetta più easy. Mescolando tutti gli ingredienti contemporaneamente, il burro potrebbe prendere il posto delle mandorle tritate ridotte in farina.

Ricetta dei biscotti intorchiati o "taralli dolci" pugliesi
Foto Credit: madeintaranto.org

Commenta con i tuoi amici