Ricette di Pasqua, contorni: i friarielli soffritti

Tra le tante leccornie pasquali, tra sfizi e contorni, ci sono sicuramente i friarielli, per essere precisi “frijarelle“, che non hanno alcuna traducibilità in italiano, è ridicolo solo pensare di chiamarli “friggiarelli” o sostituirli ai tipici broccoletti che si trovano in tutta Italia. I Friarielli si distinguono dalle cime di rapa e compagnia cantate per diverse caratteristiche. Oggi crescono nell’area vesuviana di Napoli, secoli fa sulle colline del Vomero, e si distinguono per il loro sapore amarognolo, per il colore delle foglie più verdi, e di tanto in tano troviamo anche qualche piccolo fiore giallo.

Come si preparano i friarielli napoletani

Oggi vi proponiamo una ricetta che in realtà non manca quasi mai come contorno sulle tavole partenopee, ma durante il periodo di Pasqua è obbligatorio prepararli. Di seguito vi forniamo tutte le indicazioni per pulirli e soffriggerli, senza lessarli, e infine cuocerli e servirli.

Ricette di Pasqua: friarielli soffritti

Ingredienti:

  • friarielli, 5 fasci
  • aglio, 3 spicchi
  • peperoncino piccante
  • olio evo, 1 bicchiere
  • sale fino
  • sale doppio

Preparazione:

  1. Innanzitutto puliamo i nostri friarielli: andranno mondati, sciacquati, spezzettati a mano le foglie più grandi e i gambi interi.
  2. In una padella molto ampia facciamo soffriggere l’aglio con l’olio e il peperoncino piccante spezzettato.
  3. Laviamo i friarielli in acqua fredda e sistemiamoli nella padella che andrà coperta con il coperchio fino a a quando la verdura diventerà morbida.
  4. Portiamo a cottura e alla fine salare quanto basta e servire a tavola ancora belli caldi.
Ricette di Pasqua, contorni: i friarielli soffritti
Friarielli napoletani – Instagram foto credit: @nuzia70