“Che tempo che fa”: finale di stagione ricordando Massimo Troisi

Il più dolce dei ricordi per chiudere la stagione 2019 di "Che tempo che fa" e Fabio Fazio sceglie di farlo nel nome di Massimo Troisi

Che tempo che fa“, programma tv di Rai 1 condotto da Fabio Fazio, ha deciso di chiudere la stagione con il ricordo più dolce e poetico della televisione italiana: Massimo Troisi. Lo fa ospitando i suoi amici di viaggio, quelli con cui l’artista di San Giorgio a Cremano intraprese il suo favoloso cammino e il trio de “La Smorfia: Lello Arena ed Enzo De Caro.

Ci concediamo il piacere di un ricordo bellissimo. Una persona che ha cambiato il linguaggio della comicità italiana e non solo.Un grande artista. 25 anni fa ci lasciava Massimo Troisi, un gigante della comicità italiana di sempre“. Così Fazio presenta il ricordo di Massimo Troisi annunciando gli ospiti. Lello Arena, altro comico napoletano, conferma che una delle sue missioni è quello di ricordare il passaggio straordinario di Massimo Troisi sulla terra: “È un po triste pensare che non ci sia più un altro film di Massimo in preparazione. Ma è anche bello, fortunatamente, sapere che ci ha lasciato delle cose straordinarie“.

Poi è tutto un raccontare e un divenire di rwm che ripercorrano la carriera dell’attore e regista partenopeo. Arena ricorda di quando lo ha conosciuto in teatro, all’età di 13 anni, e come Massimo Troisi fece durare uno sketch di pochi secondi in dieci minuti. Anche Enzo De Caro racconta di averlo incontrato grazie al teatro, durante una rappresentazione religiosa che avrebbe poi anticipato il “ciclo sacro”, divertentissimo, de “La Smorfia”.

Fabio Fazio ha solo parole emozionanti per ricordare Troisi e il suo talento: “Una sapienza in quella delicatezza di fare comicità col togliere, col minimalismo, sottovoce difficilissimo.” Lello Arena conferma: “Era unico perché costringeva tutti a stare nel tempo di Massimo“.

Ma quanto manca Massimo Troisi?

A rispondere è Enzo De Caro: “È solo la presenza di Massimo Troisi a non esserci. Massimo c’è, anzi, mi sembra come le piante, gli arbusti che nel tempo e si ingrossano. Certi valori, certi ricordi e certa forza, è come se lui avesse attinto all’acqua in profondità e quindi l’albero si fa più grande e quello che viene fuori da questi sprazzi di comicità è sempre il suo pensiero. Ed è un orgoglio ricordare ogni volta il pensiero di Massimo Troisi che sempre ci è stato dietro le sue idee.

Il Postino

Al ricordo di Massimo Troisi non poteva mancare Maria Grazia Cucinotta la protagonista femminile del suo ultimo film: “Il Postino”.

Non era una persona che si piangeva addosso, era una persona piena di vita
e questa vita la lasciava trapelare. […] È da 25 anni che dico che devo
tutto a Massimo che mi ha lanciato.

Il film che ricevette diversi premi e anche un Oscar per la musica è in realtà un film poetico. Enzo De Caro infatti spiega quanto riflettesse la poesia e la poetica che ha accompagnato il suo amico fino alla fine dei suoi giorni.

"Che tempo che fa": finale di stagione ricordando Massimo Troisi
Che tempo che fa – Lello Arena, Enzo De Caro e Maria Grazia Cucinotta