Giornata mondiale dell’amicizia: la storia del 30 luglio

Oggi si celebra la giornata mondiale dell’amicizia. La data del 30 luglio è stata scelta in base ad una tradizione ancora oggi viva in Paraguay. È di costituzione recente quando quando a Puerto Pinasco, il 20 giugno del 1968, alcune persone si riunirono per celebrare la Giornata dell’albero tra cui anche il dottor Artemio Bracho, direttore dell’ospedale locale. Nel suo discorso propose di dedicare una giornata speciale all’amicizia per celebrare e dare ancora più valore ad un sentimento così importante. In breve tempo l’iniziativa attecchì e il Ministero dell’Educazione e della cultura in Paraguay stabilì che venisse festeggiata il 30 luglio. Poi la scelta delle Nazioni Unite che decise di estendere la Giornata a livello mondiale.

L’amicizia in Paraguay

L’idea di base è quella di celebrare l’amicizia tra i popoli, i paesi, le culture e le persone con diverse iniziative di pace. Ad esempio il Paraguay ha una tradizione davvero tenera. Durante la sera della vigilia della giornata mondiale dell’amicizia, persone che si amano si scambiano dei doni e di solito si festeggia in bar e discoteche. Ma la tradizione ancora più dolce è quella del famoso “amico invisibile“. La sera prima i membri di un gruppo scrivono dei nomi su fogli di carta e segretamente vengono assegnati. Il giorno dopo, il 30 luglio, è usanza fare un dono a quel nome trovato sul biglietto.

Giornata mondiale dell'amicizia: la storia del 30 luglio
Friends

In realtà l’amicizia dovrebbe essere coltivata tutti i giorni dell’anno ma il mondo impone ormai la sua freneticità ed è sempre più difficile dare priorità ai sentimenti. Perché dunque non cogliere un’occasione del genere per mostrare il proprio affetto alle persone care? Anche un solo biglietto con su scritto “ti voglio bene” può fare la differenza. Poi ci sono tante altre idee valide per condividere una giornata del genere con la nostra amica o amico ideale. Perché no a una maratona su Netflix che propone tutte le stagioni del telefilm “Friends” che non passa mai di moda! L’occasione è giusta anche per regalare un libro approfittando del fenomeno de “L’amica geniale“, celebrando così un’amiciza vera però, non rosa e a fiocchettini.

Giornata mondiale dell'amicizia: la storia del 30 luglio
Serie tv: “L’amica geniale”

Giornata mondiale dell’amicizia a Napoli

Un buon napoletano potrebbe decidere di festeggiare una giornata così offrendo un bel cuoppo di mare ad un amico o magari una buonissima pizza. Cosa unisce più di una pizza? Per noi solamente un buon caffè e a pensarci bene i napoletani ogni giorno celebrano questo sentimento, basti pensare a quanti caffè offriamo ogni giorno e ai caffè sospesi lasciati per sconosciuti meno fortunati.