Ricetta coniglio all’Ischitana: il piatto di 2500 anni fa

Un piatto prelibato che oggi si cucina abitualmente: ecco a voi la ricetta del coniglio all'Ischitana, una pietanza che racchiude in se 2500 anni di storia.

L’isola verde, è così definita Ischia, la terza per grandezza tra quelle principali, ovvero Capri e Procida. Ricca di vegetazione, ha anche una tradizione culinaria molto antica e deliziosa. Tra le pietanze più note e più antiche vi è il famoso coniglio all’ischitana. Una ricetta quasi millenaria che nel corso dei secoli ha registrato piccole modifiche grazie all’importazione delle materie prime provenienti dall’America.

Si narra che la ricetta del coniglio all’Ischitana risale a circa 2500 anni fa, quando i siracusani nella loro campagna di conquista del Mediterraneo approdarono anche sull’isola di Ischia. Qui la selvaggina era tanta e di conigli ce n’erano in abbondanza tanto che fu il prescelto per sfamare le orde di occupanti. Oggi questa prelibatezza, che nel 407 a.C. veniva cacciato e cucinato per il Re, è entrato a far parte della tradizione culinaria italiana.

Ma come si fa a scegliere il coniglio adatto per farlo all’ischitana?

È presto detto! Certamente andare a caccia non è un’attività abituale, soprattutto sull’Isola, quindi la maggior parte delle volte si ripiega sulla selvaggina acquistata in macelleria. Ma un ischitano lo sa che per la riuscita di questo piatto bisogna scegliere non un coniglio di allevamento industriale, bensì acquistarlo a chi lo ha allevato a terra e nutrito con sola erba o mangimi appropriati. Dopo aver compiuto la vostra scelta ecco tutti gli ingredienti da rispettare per farlo perfetto.

Ingredienti

  • coniglio, 1
  • olio evo
  • aglio, una testa
  • pomodorini freschi
  • vino bianco
  • sale
  • pepe
  • prezzemolo
  • basilico
  • piperna

Preparazione

  1. Iniziamo con il tagliare a pezzi il coniglio, compresa la testa. Adesso bisognerà sciacquarlo con del vino bianco e tamponiamolo con un panno. In una padellina versiamo acqua e limone e mariniamo le interiora le coniglio. Lasciamole così per circa due ore, dopodiché scoliamolo e cospargiamo di prezzemolo.
  2. In un’altra padella o tegame facciamo indorare l’aglio con olio e peperoncino e aggiungiamo il coniglio poco alla volta con le interiora tranne il fegato. Spegniamo il fuoco e aggiungiamo abbondante olio evo, un bicchiere di vino, sale, pepe aglio, peperoncino, basilico e la piperna. Quest’ultima è fondamentale per la riuscita della ricetta visto che si tratta di una spezia che cresce proprio ad Ischia. Poi aggiungiamo i pomodorini tagliati a spicchi e ance il fegato. Facciamo cuocere e sfumiamo e non lasciamo che si secchi magari aggiungendo un altro po’ di vino bianco.
  3. Ecco pronto il vostro coniglio all’ischitana dal sughetto così saporito che potreste anche impiegarlo per condire la pasta.
Ricetta coniglio all'Ischitana: il piatto di 2500 anni fa
Coniglio all’Ischitana – Foto Instagram: @ischiaintavola