Giancarlo Magalli: “La sua paura più grande: lasciare le sue ragazze”

Non solo il mondo dello spettacolo è in lutto, ma l'Italia intera: è andato via "un amico di famiglia". Lacrime anche da parte di Giancarlo Magalli: "La sua paura più grande era quella di lasciare da sole Carlotta e Stella".

Ovunque ti giri, in questi giorni, si sente parlare di Fabrizio Frizzi. Amici, amici vip, gente comune, come se fosse venuto a mancare una persona di famiglia. Tutti lo ricordo con un sorriso e con tanta tristezza, tristezza perché tutta la televisione italiana non potrà più godere di un uomo così leale e sincero.

Giancarlo Magalli: "La sua paura più grande: lasciare le sue ragazze"

Da Giletti a Magalli, sono stati molti i post, gli amici più intimi, a parlare di lui. Diventa solo un esercizio di stile parlare bene di un uomo con una bontà d’animo smisurata, indescrivibile, insuperabile.

Giancarlo Magalli: “La sua paura più grande: lasciare le sue ragazze”

Collega di rete, Giancarlo Magalli, così descrive il suo ultimo periodo in Rai in un post pubblicato su Facebook:

Sapevamo che stava male. Sapevamo che combatteva una battaglia disperata. Sapevamo che non voleva che se ne parlasse per paura di dover smettere di lavorare ed abbiamo tutti rispettato questo suo desiderio, la Rai per prima. Sapevamo anche che la sua paura più grande non era andarsene, ma il pensiero di lasciare sole Carlotta e Stella, le sue ragazze. – Poi aggiunge – Nell’ultimo messaggio che ci siamo scambiati qualche settimana fa mi scriveva: ‘La terapia c’è e la sto facendo. Non sarà facile, ma spero di portare a casa la pellaccia’.

Dopo l’ischemia subita il mese scorso, e dopo un breve periodo di riabilitazione, il suo ritorno in tv ha fatto supporre che le cose andassero meglio. Oggi si parla molto sulla sua malattia oltre alle reali cause del decesso che gli hanno provocato una maledetta emorragia fatale. Si parla dell’ipotesi di un tumore ma l’azienda ospedaliera dove Fabrizio Frizzi ha espirato, ha preferito mantenere il massimo riserbo sulla questione pubblicando uno specifico comunicato:

Nel rispetto della volontà della famiglia, l’Azienda ospedaliero-universitaria Sant’Andrea non divulgherà alcun comunicato in merito alle circostanze cliniche per le quali si è spento quest’oggi Fabrizio Frizzi. Nell’esprimere le nostre più sentite condoglianze ai parenti e unendoci al cordoglio di tutti gli italiani per la perdita di un ‘amico di famiglia‘, ci teniamo a sottolineare la profonda forza, tenacia e umanità con cui Fabrizio ha affrontato anche quest’ultima difficile fase di una vita piena di emozioni