Per molti vip amici di Fabrizio Frizzi, uno dei conduttori della tv italiana più amati e scomparso alcune settimane fa, non è stato facile affrontare tale perdita. Non lo è stato nemmeno per Carlo Conti, che in questo momento, si trova a prendere il timone di un programma condotto proprio dall’amico compianto: “L’Eredità“.

Il passaggio di testimone non è stato semplice. Sostituire una cara persona, sapendo quanto amasse il suo mestiere, non è stato un gioco da ragazzi. Tuttavia Carlo Conti cerca di farlo nel miglior modo possibile e si evince quanto stia combattendo per non far trapelare il proprio dolore.

"L'Eredità", Carlo Conti al posto di Fabrizio Frizzi: "sono senza parole"

“L’Eredità”, Carlo Conti al posto di Fabrizio Frizzi: “uno strazio fortissimo”

In una intervista rilasciata al settimanale Chi ha dichiarato:

Quando un dolore è così forte non puoi fare proclami. È uno strazio che hai dentro fortissimo e ti toglie le parole. Non riesco a commentare una cosa che mi tocca così da vicino, preferisco il silenzio per cercare di metabolizzarlo.

Andare in onda è stato triste. Ho messo il ‘pilota automatico’, ma è stato difficile andare avanti perché eravamo veramente legati. Mi chiamava ‘fratellone’ e questo dice tutto e questo dice tutto.

Riprendere in mano L’Eredità è stata una delle cose più difficili mai fatte nella mia carriera. Odio il freddo, ma sarei stato più volentieri al Polo Nord in mutande che in quello studio.