“Sposa Bambina”: la prima comunione delle bimbe partenopee

Sembrano delle vere e proprie sposine che si apprestano per entrare in Chiesa ma non per sposarsi, ma per ricevere la prima comunione. Grandi cerimonie per le bambine partenopee, una competizione tra mamme con la bimba e il ricevimento più bello.

A Napoli è di moda già da un po’, ma pare che con l’avvento dei social e dei reality show il fenomeno si sia amplificato. Rai 2 qualche tempo fa ha trasmesso la puntata di quello che potrebbe essere un nuovo format televisivo: “La sposa bambina“.

Si tratta di una puntata speciale di “Nemo – Nessuno Escluso” dove si racconta l’evento, sempre meno sacramento, della prima comunione di una bambina, in questo caso partenopea.

Sembra una competizioni tra le mamme del quartiere del centro storico di Napoli: è importante organizzare per le proprie figlie una cerimonia quasi, o del tutto, matrimoniale con tanto di vestito da sposa “ragazzina” e fotografo dei matrimoni.

Queste ricevimenti possono costare tanto, superare anche i 10mila euro ma i genitori, a quanto pare, sono disposti a mettere da parte ogni risparmio per dare ai propri figli una comunione degno del matrimonio di “Belen” e con tanto di carrozza con cavalli. Perché le mamme sperano che le figlie riescano a far la stessa carriera diventando ancora più belle della già bellissima showgirl argentina.