Lello Arena: “Massimo Troisi non starebbe sicuramente con Salvini”

Vota questa ricetta

Continua la polemica circa la vicenda dei 49 immigrati che per settimane sono stati bloccati su due navi ONG a largo dell’isola di Malta. Molti i vip che si sono esposti contro il ministro degli Interni, Matteo Salvini, che ne impediva lo sbarco anche sulle coste italiane.

Di recente, la Repubblica, ha accolto in merito alcune dichiarazioni da parte di un attore e autore napoletano, Lello Arena: “Da uno che lascia 49 persone su una nave in quelle condizioni, non ci si può aspettare che si occupi dei cori razzisti “. Il comico partenopeo faceva parte del glorioso trio de “La smorfia” con Enzo De Caro e capeggiato dal grande Massimo Troisi che anche lui, in vita, si espose circa il razzismo che vigeva tra le tifoserie italiane.

Il regista di San Giorgio a Cremano, all’indomani della vincita dello scudetto partenopeo del 1987, prese posizione nei confronti degli striscioni razzisti contro il Napoli e i napoletani. Uno degli striscioni recitava così: “Benvenuti Campioni del Nord Africa” e la sua replica fu al quanto eloquente: “Preferisco essere un campione del Nord Africa piuttosto che mettermi a fare striscioni da Sud Africa“. In merito a una tale testimonianza Lello Arena è convinto di una cosa applicando l’opinione dell’amico all’attuale situazione del fenomeno degli immigrati: “So di sicuro, – riferendosi all’amico scomparso, Troisi, – che non sarebbe mai stato dalla sua parte” un chiaro riferimento a Salvini e alle sue posizioni nei confronti delle ONG.

Commenta con i tuoi amici