Besciamella: ricetta tradizionale italiana

La besciamella, nonostante il nome con un suono quasi francese, è tutta italiana. Si tratta di una salsa che viene utilizzata come base di pietanze più elaborate. È di origine toscana e venne importata in Francia grazie a Caterina De’ Medici che andò in sposa a Enrico II. La besciamella fece la sua comparsa nei ricettari italiani nel secolo XV, all’interno de “La cucina Medicea” e reinterpretata in un secondo momento dalla cucina francese.

besciamella nelle lasagne
Lasagna

Oggi la besciamella viene impiegata nei primi piatti più rinomati della cucina italiana tradizionale. Nella regione dell’Emilia se ne fa largo uso ed è essenziale in alcuni piatti come: le lasagne, cannelloni, pasta al forno e diversi tipi di timballi.

Come fare la besciamella

Per farne una perfetta bisogna fare attenzione ai dosaggi. La ricetta attuale impiega in egual misura farina e burro fuso o anche margarina, immersa nel latte freddo o caldo e con l’aggiunta di sale e noce moscata portate a ebollizione affinché si addensi. Ma scopriamo passo passo come realizzarla.

Ingredienti

  • burro, 100 gr
  • farina “00”, 100 gr
  • sale, 1 pizzico
  • noce moscata (da grattugiare) q.b.
  • latte intero, 1 l

Preparazione

  1. Iniziate dal latte che verserete in un pentolino piccolo per riscaldarlo. In un pentolino a parte, o anche padella, lasciamo sciogliere il burro a fuoco basso. Dopodiché spegnete il fuoco e aggiungiamo anche i 100 gr di farina. Mescolate per bene con una frusta per evitare che si formino grumi. Continuiamo a mescolare accendendo il fuoco a fiamma bassa. Il composto dovrà iniziare a indorarsi.
  2. Riprendete il pentolino con il latte e aromatizzate con la noce moscata. Aggiungete un pizzico di sale e versate il latte caldo nel composto con il burro e farina e mescolate energicamente con la frusta.
  3. Cuocete per circa 5 minuti a fuoco lento affinché la salsa risulterà densa e inizierà la bollitura.
  4. Con questi dosaggi otterrete una besciamella densa. Se la preferite più liquida basterà diminuire il dosaggio di burro e farina. Ed ecco pronta la vostra salsa che vi servirà come base, condimento o ripieno per le vostre saporite pietanze.

Come conservare la besciamella

Vi consigliamo di versarla in un contenitore e coprirla con della pellicola trasparente a filo del contenuto per evitare che si formi la pellicina sulla besciamella. Una volta raffreddata potete conservarla per tre giorni e non oltre. Per ravvivarla e farla ritornare liscia vi basterà mescolarla con una frusta o sbattitore elettrico.

Besciamella: ricetta tradizionale italiana
Besciamella – Instagram: @alessandra.77_