La dieta mediterranea detiene ancora il primato mondiale

Ancora una volta la dieta mediterranea viene segnalata come la migliore del mondo. Si trova infatti al primo posto in diverse categorie per la cura della salute.

Ancora vanto e gloria per la dieta mediterranea considerata la migliore del mondo. A rinnovarne i pregi già riconosciuti dall’Unesco nel 2010, ci sono anche gli USA che la posizionano al primo posto del “Best diets rankig 2020”, classifica pubblicata sulla rivista statunitense “Us News & World’s Report’s”. Al secondo posto di questa classifica troviamo invece la Dash, dieta specifica contro l’ipertensione che si è classificata al e la Flexariana.

A rendere noto tale riconoscimento è stata la Coldiretti che ha dichiarato:

Il primato generale della dieta mediterranea è stato ottenuto grazie al primo posto in ben quattro specifiche categorie: prevenzione e cura del diabete, mangiare sano, componenti a base vegetale e facilità a seguirla. A contendere la vittoria della dieta mediterranea sul podio sono state quella dash contro l’ipertensione che si classifica al posto d’onore e la flexariana, un modo flessibile di alimentarsi. Al quarto posto la dieta mind che previene e riduce il declino cognitivo e la storica dieta ipocalorica weight watchers.

Ma chi ha “inventato” la Dieta Mediterranea?

In realtà non si tratta di una invenzione quanto di una scoperta. A raccontarlo è proprio la Coldiretti. La nostra dieta fu teorizzata proprio da un americano, Ancel Keys, che ne ha evidenziato i benefici per la salute avendo vissuto per 40 anni ad Acciaroli, il delizioso borgo del Cilento. Bisogna ammettere che lo scienziato ci aveva visto giusto! Acciaroli infatti detiene il primato degli abitanti che superano il secolo di età e che godono di ottima salute. Il merito è soprattutto di questa dieta ricca di piante aromatiche. Un altro punto a favore è la posizione montuosa in cui si trova il borgo che favorisce l’attività fisica fin da bambini.

La dieta mediterranea detiene ancora il primato mondiale