Kobe Bryant, Napoli: street artist gli dedicano due murales

La scomparsa di Kobe Bryant ha riempito di cordoglio il cuore di tutti, soprattutto dei napoletani che gli hanno dedicato due meravigliosi murales!

Kobe Bryant, il cestista di basket di fama mondiale, che ha perso la vita in un tragico incidente in elicottero il 26 gennaio 2020, è stato omaggiato dagli street artist partenopei con due murales tra Montendozelli e Casalnuovo. Appassionati di basket e non hanno mostrato il proprio cordoglio nei confronti di questa perdita, soprattutto in Italia dove Bryant si era formato. Prima di ritornare negli USA e diventare la stella della NBA tra il 1984 e il 1991 passò da Rieti a Reggio Calabria, per proseguire a Pistoia e infine a Reggio Emilia.

Kobe Bryant e quel patto con la moglie che ha commosso tutti

Kobe Bryant era anche un papà e purtroppo nella tragedia ha persona anche la figlia adolescente che era con lui. Il campione lascia una moglie e altri due figli e ciò che ha scosso di più gli animi è stato quel patto proprio con la compagna di vita: entrambi avevano deciso di non volare mai insieme in elicottero, in caso di tragedia avrebbero voluto che almeno uno dei due restasse in vita per crescere i propri figli. Il cuore si stringe davanti a queste parole ed è per questo che l’arte sensibile dello street art ha deciso di immortalarlo per sempre sulle mura di Napoli.

Murales di Jorit e Raffo Art

Appena fuori la metropolitana linea 1 di Montendonzelli, il noto street artist Jorit, gli ha dedicato un grande murales nel suo stile riconoscibilissimo. Invece Raffo Art, appena fuori un campetto di Basket a Casalnuovo lo ha raffigurato nel suo mondo, habitat sportivo.

Kobe Bryant, Napoli: gli street artist gli dedicano due murales
Murale Kobe Bryant, Jorit
Murale Kobe Bryant, Raffo Art, Casalnuovo
Murale Kobe Bryant, Raffo Art

Foto Facbeook: Jorit e RaffoArt