Eleonora, ballerina con la sindrome di down che non le ostacola il primo posto

Eleonora, la sua forza e la sua passione per lo sport, ci fa capire come quest'ultimo sia molto importante per l'integrazione di giovani particolari come lei.

Non un semplice trionfo, ma una grande speranza per chi pensa che non ce la potrebbe fare. Come i genitori di Eleonora che hanno poi dovuto loro adattarsi alla grandissima forza della figlia dichiarando ai microfoni de La Repubblica: “Abbiamo scoperto che nostra figlia avesse la sindrome di Down soltanto dopo la nascita. Ti crolla il mondo addosso, pensi che non puoi farcela. Poi, però, scopri che la strada è in salita, certo, ma può essere comunque meravigliosa. E che in fondo siamo stati fortunati: Eleonora non ha limiti psicomotori gravi. E lo sport, ancora una volta, non può che aiutarla“.

Eleonora è affetta da sindrome di Down, ma quel cromosoma in più non le ha impedito di avvicinarsi alle sue passioni tanto che la sua bravura le è valsa il primo posto al Centro Sportivo Caravita di Cercola per la gara di campionato regionale ACLI. Il suo gruppo di latino-americano, del “Tempio della Danza” di Ischia è salito sul podio. La sua energia e la sua grinta sono coinvolgenti e soprattutto la tenacia e l’allenamento le hanno permesso di arrivare a questi risultati.

Oggi Eleonora ha 16 anni e il suo papà, Giovanni, è tiene a precisare: “Non diventerà una campionessa, ma per noi è già una grande conquista vederla crescere, sorridere, divertirsi“. Lo sport nella vita di Eleonora è stato importantissimo: a 12 ha esordito nel campionato federale Under 12 di volley con la casacca dell’Asd Ischia pallavolo che ebbe un grande impatto nella sua vita e nel mondo dello sport.

Oggi frequenta una scuola alberghiera ischitana e continua a coltivare la sua grande passione per la danza. Anche per questa disciplina sembra molto portata, ma qualcosa ci dice che Eleonora, con il suo impegno e la sua passione sia in grado di far davvero ciò che il suo cuore desidera!

Fonte: larepubblica.it

Eleonora, ballerina con la sindrome di down che non le ostacola il primo posto