Coronavirus Italia: la battuta di Vittorio Feltri offende i napoletani

In un momento così delicato dove il contagio da Coronavirus cresce, Vittorio Feltri poteva esimersi dal scrivere un tweet sul colera e i napoletani?

Vittorio Feltri, il direttore di Libero Quotidiano colpisce ancora, e lo fa in un momento difficile, dove la paura innesca facilmente altri meccanismi come la rabbia. Il giornalista ha infatti pubblicato su Twitter un commento che riguarda i contagi di Coronavirus in Italia: “Da Lombardo devo ammettere che invidio i napoletani che hanno avuto solo il colera, roba piccola in confronto al Corona“. Se il suo intento era quello di sollevare l’ennesima polemica, beh ci è riuscito!

Coronavirus: i casi in Italia

Le parole di Vittorio Feltri sul contagio da Coronavirus in Italia potevano essere evitate. In Lombardia sono 14 le persone risultate positive al test, zona Lodi. Per evitare altri contagi è stata emessa un’ordinanza che vieta ogni attività di aggregazione in 10 comuni del lodigiano. I comuni interessati sono Codogno, Casalpusterlengo, Castiglione d’Adda, Maleo, Fombio, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, San Fiorano, Castel Gerundo. Altre 2 persone contagiate individuate invece nel Veneto.

Il premier Conti invita a non lasciarsi andare agli allarmismi: “Siamo preparati”

Il primo caso di Coronavirus in Italia, il 38enne ricoverato al Codogno, resta ancora grave, mentre la moglie è sotto osservazione all’ospedale Sacco di Milano. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che attualmente si trova a Bruxelles, ha dichiarato: “Eravamo preparati, trattandosi di agenti virali facilmente trasmissibili. La popolazione non deve essere preoccupata, avevamo un piano e lo stiamo attuando“.

Coronavirus Italia: la battuta di Feltri che offende i napoletani