Nino D’Angelo è la sua intramontabile “Gesù Crì”

Nino D'Angelo e la sua traduzione personale di "Let it be", il successo dei Beatles tradotto dal caschetto biondo in "Gesù Crì".

Una chicca che quasi tutti abbiamo dimenticato e che ha rispolverato Jonathan Kashanian durante il programma “Detto Fatto” condotto da Bianca Guaccero. Per la rubrica delle improbabili canzoni tradotte dall’inglese all’italiano, propone anche un brano tradotto in napoletano, ovvero il capolavoro “Let it Be” dei Beatles che diventa “Gesù Cri” per il nostro Nino D’Angelo nazionale.

Nino D’Angelo può essere considerato il capostipite delle cover tradotte in napoletano, ma come diverte lui nella maniera melodrammatica come solo i napoletani sanno fare. La struggente Let It Be diventa un implorazione in cui si invita il figlio di Dio a ritornare tra i mortali: “Gesù Crì, Gesu Crì / torna n’ata vota / Gesù Crì“.

Preparate i fazzoletti perché questa versione vi sorprenderà e commuoverà. Noi vi proponiamo un video di un Nino D’Angelo, di un giovane Nino D’Angelo, ma lo ha anche riproposto nel 2002 a Domenica In.