Coronavirus, la solidarietà di Airbnb Italia per medici e infermieri

Ogni giorno i napoletani danno prova di solidarietà. Stavolta a scendere in campo per l’emergenza Coronavirus in Italia sono i gestori di abitazioni Airbnb. Il sito web che promuove appartamenti in affitto, offrirà gli alloggi gratuitamente a medici e infermieri degli host che hanno espresso la volontà di aderire al progetto.

Visto la pandemia da Coronavirus gli host, ovvero i proprietari che affittano camere o appartamenti, offriranno lo spazio in maniera gratuita mentre Airbnb si farà onere delle spese di pulizia e sanificazione degli appartamenti. Il Country Manager di Airbnb Italia, Giacomo Trovato, commenta l’iniziativa:

Condividiamo con i nostri host la volontà di dare un contributo per combattere questa sfida. È un desiderio che ci è stato espresso dai proprietari dei singoli appartamenti e dai piccoli imprenditori dell’ospitalità. Disponibili a offrire senza compenso i propri alloggi. Nonostante stiano vivendo un momento di grande difficoltà.

Mettere a disposizione la propria casa in favore degli operatori sanitari è un modo semplice per dimostrare solidarietà. Solidarietà nei confronti di chi è in prima linea per combattere l’emergenza. Riteniamo doveroso offrire il nostro contributo, riconoscendo un rimborso agli host che apriranno le proprie abitazioni.

Coronavirus, la solidarietà di Airbnb Italia per medici e infermieri