Coronavirus, la lettera della piccola Noemi che commuove la Polizia

Una bambina con una lettera alla Polizia di Stato mostra di essere più solidale e matura di tanti adulti in un'emergenza come questa del Coronavirus

Di ora in ora tutti gli italiani sperano che la situazione migliori, nell’Italia e nel mondo. Ci si connette, ogni volta, con la speranza di leggere una notizia positiva e tra un aggiornamento e l’altro emergono anche notizie che ci fanno commuovere, positivamente, per la sensibilità e l’altruismo che alcuni individui non hanno problemi a esternare. Stavolta il merito va alla piccola Noemi che ha deciso di chiamare le forze dell’ordine per leggere una lettera di ringraziamento, poche parole scritte da una bambina per ringraziare anche i militari e i medici che stanno rischiano la propria vita in nome della patria.

L’operatore che ha risposto alla telefonata della piccola Noemi si è commosso e ha apprezzato così tanto il gesto che è riuscito a far pubblicare sulla pagina Facebook della Polizia di Stato, la lettera letta dalla bambina. La solidarietà è una cosa seria ed è straordinario che una lezione come questa provenga da una bambina che esorta tutti a #restareacasa.

Il messaggio di Noemi

La saggezza della piccola Noemi che invita tutti a restare a casa. Ci uniamo al suo grazie a tutti i medici e agli infermieri impiegati nell’emergenza. Ai bambini che ci sono vicini con il loro affetto diciamo di giocare a casa. Presto potremo incontrarci nuovamente tutti in strada e potremo salutarci, abbracciarci e fare foto, passando ancora tanti bei momenti insieme.#grazieanomeditutti #iorestoacasa #lamiciziaèunacosaseria #essercisempre

Publiée par Polizia di Stato sur Samedi 21 mars 2020