Coronavirus, nuovo decreto: possibile proroga fino al 31 luglio

Una proroga importante potrebbe contenere il prossimo decreto del Presidente del Consiglio per contrastare l'epidemia da Coronavirus.

Una guerra contro il virus che possiamo vincere solo se restiamo a casa. Oggi il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, terrà una nuova conferenza stampa in cui si ipotizza la proroga dei decreti fino ad ora emessi fino al 31 luglio 2020 per contenere il contagio da Coronavirus.

In realtà ciò che si legge nella bozza del prossimo decreto di emergenza fa riferimento a: “per periodi predeterminati, ciascuno di durata non superiore a trenta giorni, reiterabili e modificabili anche piu’ volte fino al 31 luglio 2020 e con possibilita’ di modularne l’applicazione in aumento ovvero in diminuzione secondo l’andamento epidemiologico del predetto virus“.

Il decreto prosegue rimarcando le ammende per chi trasgredirà la legge

Il mancato rispetto delle misure di contenimento e’ punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 500 a euro 4.000 e non si applicano le sanzioni contravvenzionali previste dall’articolo 650 del codice penale o dalle altre disposizioni di legge attributive di poteri per ragioni di sanità.

Il prefetto, informando preventivamente il ministro dell’Interno, assicuri l’esecuzione delle misure avvalendosi delle Forze di polizia e, ove occorra, delle Forze armate, sentiti i competenti comandi territoriali. Al personale delle Forze armate impiegato, previo provvedimento del prefetto competente, per assicurare l’esecuzione delle misure di contenimento.

Coronavirus, nuovo decreto: possibile proroga fino al 31 luglio