Coronavirus, è necessario disinfettare la spesa?

Per evitare il contagio da Coronavirus lavarsi le mani per bene è diventato un mantra come quello di disinfettare le superfici con le quali veniamo a contatto.

Seguire le regole del Ministero della Salute non dovrebbe essere difficile ma quando il web risulta invaso da fake news o dei consigli fai da te possono innescare invece meccanismi sbagliati. Già sappiamo dunque che bisogna lavarsi spesso le mani, disinfettare le superfici sulle quali lavoriamo e che il contagio da Coronavirus avviene per vie respiratorie, se una persona positiva o contagiata starnutisce, tossisce senza rispettare la distanza di sicurezza.

Visto che circolano molti post su come disinfettare anche la spesa, di recente condiviso anche dalle star, arriva in soccorso Vanity Fair che chiede a due esperti su quali accorgimenti adottare in merito alla spesa fatta dal super mercato. La rivista on line si è rivolta a Falcone, ricercatore di malattie infettive presso l’Università di Pisa e Finotti, medico chirurgo attualmente in servizio presso l’Ospedale Maggiore di Cremona, reparto Coronavirus.

Cosa disinfettare della spesa?

Una volta fatta la spesa bisognerà spacchettare le confezioni e gettarle. Alcuni materiali come il cartone risulta più inospitale del virus che muore nel giro di qualche ora. La plastica, invece, ha una carica virale maggiore: “impiega più tempo per indebolirsi”, dichiara Finotti. Inoltre in questo periodo, come non mai, bisognerà lavare bene gli ortaggi, soprattutto se crudi, con acqua e soluzione disinfettante diluita. Non vale per le verdure cotte visto che ad alta temperatura della cottura il virus muore.

Una volta introdotta la spesa in casa bisognerà disinfettare superfici come il pavimento e soprattutto l‘area di ingresso “va tenuta disinfettata”, dice Falcone, soprattutto le maniglie e corrimano. Basterà equipaggiarsi di prodotti di pulizia per la casa. Per il resto lavarsi le mani spesso e non in maniera frettolosa e non toccarsi il volto con le mani sporche, deve diventare un mantra come quello di starnutire nel gomito o in un fazzoletto che dovrà essere subito gettato.

Coronavirus, è necessario disinfettare la spesa?