Vincenzo De Luca furioso: “Campania salva perché ho buttato il sangue”

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, è più diretto che mai per chi offende la regione dopo che tutti hanno buttato il sangue per salvarla.

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, furioso durante il consiglio regionale sull’emergenza Coronavirus. Dopo tutti gli sforzi fatti da tutti, dai medici agli enti pubblici regionali e comunali ha esternato il suo disprezzo per chi ha offeso “la dignità della Campania, la dignità del governo regionale e offendendo il sangue di chi ha lavorato in due mesi per salvare questa regione da un disastro possibile“.

Con questo intervento De Luca è ancora più diretto del solito e non abbassa la testa per chi vuole minimizzare gli sforzi fatti da Palazzo Santa Lucia per evitare il collasso del sistema sanitario:

Esprimo il mio disprezzo per i colleghi che sono intervenuti per offendere la dignità della Campania che si è salvata non per miracolo, ma perché ho buttato il sangue dalla mattina alla sera. […] Abbiamo retto bene grazie all’impegno straordinario dei medici, degli infermieri, dei dipendenti regionali e dei servizi pubblici. Non era assolutamente scontato che l’epidemia avesse il corso che ha avuto, rischiava di travolgerci.

Il suo duro intervento è rivolto a quella parte di consiglieri all’opposizione che è intervenuto nel dibattito sull’emergenza del coronavirus in Consiglio regionale: “Ho buttato il sangue per salvare la nostra terra dal disastro, vergognatevi“, aggiunge Vincenzo De Luca.