Carne alla genovese: la ricetta alla napoletana

Una delizia, una ricetta antica e saporita per realizzare la carne alla genovese e "alla napoletana" con tutti i procedimenti obbligatori e necessari per rimanere fedeli alla tradizione.

Direttamente dal libro “La Cucina napoletana” di J. Carola Francesconi, ecco la vera ricetta della carne alla genovese. Di solito a Napoli si usa fare il sugo di carne alla genovese per condire i maccheroni, come il ragù, un suo diciamo così “rivale”. Nonostante la bontà di entrambi i piatti quest’ultimo è più conosciuto. Gli sono state dedicate poesie, sonetti e porta alto la nome culinaria partenopea nel mondo. Probabilmente è il nome che non ha “funzionato” ma non per questo si tratta di una preparazione meno ottima. Anzi! i napoletani escono pazzi per la genovese.

Carne alla genovese: la ricetta alla napoletana
Foto Instagram: @trattoriadapeppedal1985

Carne alla genovese

La ricetta per la versione più classica di questo secondo piatto.
Preparazione40 min
Cottura3 h
Tempo totale3 h 40 min
Portata: secondi piatti
Cucina: napoletana
Porzioni: 6 persone
Chef: redazione cucina

Ingredienti

  • 1 kg primo taglio di manzo
  • 50 gr di brurro
  • 100 ml olio d'oliva
  • 75 gr di lardo
  • 100 gr salumi vari e prosciutto
  • 2 carote
  • 1 pezzetto di sedano
  • 1,250 gr di cipolle
  • 1 cucchiaino da te di concentrato di pomodori
  • 250 ml vino bianco secco
  • sale
  • pepe

Preparazione

 

  1. Passate dal tritacarne la cipolla, il lardo, le carote, il sedano, gli odori, il salame e il prosciutto; legate  il pezzo di carne e mettete tutto in una casseruola con l’olio, la sugna, il pomodoro, il sale e il pepe. Coprite e fate cuocere a fuoco bassissimo, rimestando di tanto in tanto.
  2. Quando, dopo un’ora e mezza circa, vedrete che ortaggi e cipolle son cotti, scoprite il recipiente e alzate il fuoco per far rosolare la carne e il trito. Quando ciò sarà avvenuto, versate il vino in più riprese e fatelo ogni volta evaporare. Allungate poi di tanto in tanto la salsa con un po’ d’acqua finché la carne non sia cotta e il trito ridotto in crema.
  3. La salsa deve essere scura e lucida e piuttosto densa: serve a condire mezzani, maccheroni di zita o riso. La carne va naturalmente mangiata a parte, ed è buonissima.

Altre ricette della genovese