Coronavirus a Mondragone: l’arrivo dell’esercito

Le tensioni continuano e aumenta il numero di persone contagiate dal coronavirus a Mondragone. Arriva l'esercito per tenere la situazione sotto controllo.

Coronavirus a Mondragone: 43 le persone trovate positive al tampone del Covid19. Nel quartiere in provincia di Caserta si segnalano non poche tensione per via di quanto sta accadendo nel complesso ex Cirio, abitato maggiormente da cittadini bulgari e dove pare qualche positivo abbia fatto perdere le tracce.

Coronavirus a Mondragone: l'arrivo dell'esercito

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha dichiarato:

Questa mattina ho avuto un colloquio con la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese in relazione alla zona rossa istituita negli ex palazzi Cirio di Mondragone. Ho chiesto  l’invio urgente di uomini delle forze dell’ordine per garantire il controllo rigoroso del territorio. La ministra ha annunciato l’arrivo di un contingente dell’Esercito.

Il 22 giugno il sindaco di Mondragone ha anche istituito una mini zona rossa ma al momento, come anticipato, alcuni cittadini bulgari risultati positivi al coronavirus, han fatto perdere le proprie tracce. Inoltre molti hanno protestato uscendo fuori la zona rossa. Per fortuna le forze dell’ordine sono riuscite a riportare indietro le persone che si sono allontanate.

Coronavirus: il punto della situazione su Mondragone

🔴 #CORONAVIRUS: su Mondragone, come sempre, abbiamo reagito con immediatezza. Non appena avuta la notizia, abbiamo messo in quarantena le palazzine. Sono state mobilitate le forze dell’ordine per avere controlli rigorosi. Il lavoro è impegnativo, la nostra attenzione massima.

Publiée par Vincenzo De Luca sur Jeudi 25 juin 2020