Coronavirus in Campania: un caso di ripositivizzazione

Un caso di ripositivizzazione nella regione Campania. Ad annunciarlo è il sindaco di Pozzuoli.

CoronavirusUn caso di ripositivizzazione al coronavirus in Campania. Precisamente nel comune di Pozzuoli, area flegrea del capoluogo campano. A darne notizia è il sindaco della cittadina, Vincenzo Figliola, attraverso la propria pagina Facebook:

Una nostra concittadina è risultata positiva al test Covid-19. Me ne ha dato notizia l’Asl Napoli 2 Nord, informandomi che si tratta di una persona ripositivizzata: aveva già contratto il virus mesi fa, poi guarita, è ora nuovamente positiva. Si sta completando il link epidemiologico della paziente.

Non si tratta di un episodio isolato. Casi di ripositivizzazione di persone già guarite dal coronavirus sono noti a livello internazionale. Su questo tema è già intervenuto l’infetivologo dell’Asst, Angelo Regazzetti: “La positività del tampone dopo due risultati negativi potrebbe essere l’espressione, specialmente in un soggetto ormai asintomatico, di una persistenza di Rna virale e non necessariamente di virus replicante“.

Differenza tra i totalmente e clinicamente guariti

Per tali ragioni si forniscono bollettini con estrema puntualizzazione. Si fa riferimento ai totalmente guariti e ai 0 clinicamente guariti, questi ultimi: “Dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione virologicamente documentata da SARS-CoV-2, diventano asintomatici per risoluzione della sintomatologia clinica presentata ma sono ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione“.