Coronavirus Sant’Antonio Abate: un nuovo positivo, 30 i casi

Un nuovo caso di positività al coronavirus è stato segnalato dal sindaco di Sant'Antonio Abate, Ilaria Abagnale.

Un nuovo caso di Coronavirus nel comune di Sant’Antonio Abate, in provincia di Napoli. Ad annunciarlo è il sindaco Ilaria Abagnale. Stavolta però non appartiene al focolaio di qualche settimana fa nella medesima zona che ha coinvolto anche La Sonrisa. Si tratta di un residente proveniente da un viaggio all’estero.

Coronavirus Sant'Antonio Abate: un nuovo positivo, 30 i casi

Salgono dunque a 30 i casi positivi a Sant’Antonio Abate e 2 i morti. Tra le vittime anche Rita Greco, la vedova del noto “Boss delle Cerimonie”, don Antonio Polese, molto benvoluta dalla comunità e dai telespettatori. Donna Rita è morta all’età di 80 anni dopo aver contratto il Covid19.

Il sindaco di Sant’Antonio Abate comunica la notizia e invita tutti alla prudenza:

Questa sera vi comunichiamo la registrazione di un nuovo caso positivo. Ad essere stato contagiato è un nostro concittadino di rientro dalle vacanze estive, che si trovava già in isolamento domiciliare fiduciario poiché sottopostosi responsabilmente al test. Invitiamo tutti i cittadini a sottoporsi volontariamente al test se di rientro da località turistiche italiane, oltre che straniere, dove per quest’ultime già vige l’isolamento una volta rientrati, nell’attesa che l’ASL provveda all’effettuazione del tampone.

L’appello alla responsabilità ritorna fondamentale quando in assenza della stessa potrebbero essere messi a rischio familiari e conoscenti. Cerchiamo di limitare i danni e le spiacevoli conseguenze nate per puro egoismo. Con la vita altrui non si scherza. Raccomandiamo, nuovamente, di seguire tutte le disposizioni rilasciate in materia sanitaria, in qualsiasi circostanza. Indossare la mascherina anche all’aperto, igienizzare le mani più volte durante la giornata ed evitare assembramenti.

🔴 AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS – Un nuovo positivo! Questa sera vi comunichiamo la registrazione di un nuovo caso…

Publiée par Ilaria Abagnale Sindaco sur Jeudi 27 août 2020