Coronavirus Campania, paura 2° lockdown: code ai supermercati

Dopo l'obbligo delle mascherine per il contenimento del contagio da coronavirus, iniziano di nuovo le code ai supermercati.

Appena dopo l’ordinanza della regione Campania che impone attualmente l’obbligo della mascherine anche all’aperto, i supermercati hanno iniziato a registrare nuovi boom di vendite. Probabilmente il numero di contagi da coronavirus preoccupano i cittadini campani e la paura li ha spinti a fare scorta di beni di prima necessità.

A riportare i dati è il quotidiano Il Mattino e le dichiarazioni di un responsabile di punti vendita Conad: “Gli acquisti di scatolame, uova, pomodori, lievito, pasta e farina sono cresciuti del 30%“. Sabato sera, infatti, il timore di un nuovo lockdown ha spinto molti cittadini ad affollare un supermercato di via Nicolardi a Napoli.

Fuori al market, infatti, si è formata una lunga coda ad L che occupavano i corridoi del negozio. Nonostante le otto casse attiva, la fila si è allungata tatissimo con persone che facevano scorta dei beni primari.

Coronavirus Campania, paura 2° lockdown: code ai supermercati