Vincenzo De Luca, ultimatum: “Non dobbiamo esaltarci”

Per il presidente della regione Vincenzo De Luca bisogna continuare a rigare dritto e che la zona gialla non debba essere vissuta come "momento ricreativo".

Durante la consueta diretta del venerdì il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha aggiornato i cittadini circa la situazione in regione, che in Italia si presenta come tra le più virtuose anche se il Presidente sottolinea che questo non dovrà essere “motivo di esaltazione“. Ci troviamo ancora in piena pandemia e spiega: “Siamo in zona gialla ma non dobbiamo esaltarci. Sarebbe un suicidio per la Campania immaginare che saremmo di fronte al rompete le righe, al fare la ricreazione. Se avremo comportamenti irresponsabile la Campania sarà chiusa tutta“.

Il governo, in giornata, si appresta alla diramazione del nuovo Dpcm che continuerà ad includere la suddivisione dell’Italia in fasce, provvedimento che il goverantore non condividere: “l governo continua sulla sua scelta, è irresponsabile. Ed è irresponsabile anche la scelta di istituire le zone bianche”.

Non sono mancanti commenti sui vaccini e come la Campania, proprio sul tema, sia risultata la più virtuosa: “Abbiamo dato dimostrazione di grande efficienza e questa cosa infastidisce qualcuno. Abbiamo individuato ieri un giornalista Rai che si è inserito nelle code presentandosi come medico. Già nei giorni scorsi abbiamo avuto gente che si è imbucata, centinaia di persone. Ma il giornalista è stato clamoroso. È stato scoperto, è stato invitato ad andarsene ed ha fatto pure storie. È l’ultima di una serie di storie sconcertanti”. La protezione dal covid, attraverso i vaccino, come lui stesso ha ribadito, per ora riguarda il personale ospedaliero in attesa del secondo richiamo; per questo ancora limitati nel poter proteggere la popolazione.

Vincenzo De Luca, dà il suo ultimatum: "Non dobbiamo esaltarci"