1 min di letturaCovid, assalto movida: De Magistris bacchetta i napoletani

Assembramenti ovunque a Napoli, nonostante la zona arancione e in piena terza ondata. Luigi De Magistris bacchetta i suoi cittadini invitandoli alla cautela.

Il sindaco di Napoli pubblica un lungo post in cui critica il comportamento di numerosi cittadini che nonostante in piena terza ondata continuano a non rispettare le regole e a indossare in maniera inadeguata i dispositivi di sicurezza. Il primo cittadino del capoluogo campano, Luigi De Magistris, scrive un lungo post su Facebook:

Le immagini che stanno circolando di strade, vicoli e parchi sovraffollati di persone senza mascherina, sono assolutamente inaccettabili.
Comprendo il bisogno umano di socializzazione dopo un anno di restrizioni e privazioni, ma vi chiedo di stringere un altro po’ i denti. In questo momento non possiamo permetterci nulla di tutto questo. Siamo a ridosso di una terza ondata pandemica che sta colpendo anche le fasce di età più giovani e radunarsi in quel modo senza alcun tipo di distanziamento e senza dispositivi di protezione non va bene.

Da oggi, tra l’altro, tutte le #scuole in #Campania sono state chiuse, causando un danno enorme non solo ai bambini, ai ragazzi e alle famiglie, ma all’intera società.
Ebbene, non facciamo che questi sacrifici enormi vengano completamente vanificati da comportamenti irresponsabili. Purtroppo la città di #Napoli è molto vasta e le forze dell’ordine non saranno mai abbastanza per fronteggiare quelle scene.

Dobbiamo essere innanzitutto noi a capire che bisogna adottare misure di cautela per evitare conseguenze drammatiche, anche perché non è detto che non avvengano anche in luoghi chiusi. Stringiamo i denti con forza e coraggio, sono convinto che dalla primavera la luce che si intravede fuori dal tunnel sarà sempre più luminosa.

Covid, assalto movida: De Magistris bacchetta i napoletani