Coronavirus in Campania: tamponi di massa in area vesuviana

Un'azione estrema per contrastare il diffondersi della variante inglese del coronavirus in Campania, in particolare nelle città vesuviane.

La variante inglese del coronavirus spaventa la Campania, o meglio i comuni più popolosi dell’area vesuviana come Torre Annunziata, Castellammare di Stabia e Pompei. Per questo la Regione ha predisposto tamponi di massa in queste aree. Sarebbe saggio una zona rossa localizzata, ma nel frattempo la task force del governatore Vincenzo De Luca ha dichiarato: “Si è registrato nelle ultime settimane un fortissimo incremento di positivi in Campania. Questo incremento è connesso alle varianti, soprattutto quella inglese. La Regione ha disposto la realizzazione di tamponi di massa nei Comuni nei quali si sono registrati maggiori incrementi di positivi, in modo particolare quelli dell’area vesuviana, tra i quali Castellammare, Pompei, Torre Annunziata.

Per far fronte ai tamponi di massa scenderà in campo un’azione straordinaria del Tigem e Asl Napoli 1. Intanto domani si attendono i dati del monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità. Scadrà anche l’ordinanza ministeriale dei 15 giorni di zona arancione, dunque bisognerà attendere la diretta consueta del venerdì del governatore della Campania che decreterà la classificazione a partire dalla prossima settimana.

Coronavirus in Campania: tamponi di massa in area vesuviana