1 min di letturaProtesta contro la zona rossa: km di coda sulla Napoli Caserta

Chilometri di coda in Autostrada: la Napoli-Caserta completamente bloccata per la protesta dei mercatali contro la zona rossa.

La quinta settimana in zona rossa e i commercianti sono ormai disperati. Sembra che solamente o soprattutto loro debbano pagare le conseguenze di questa pandemia. I ristori  non bastano e stamattina una protesta ha bloccato l’autostrada A1 Milano-Napoli nel trattoA16 Napoli-Canosa e Caserta Sud in direzione di Roma. Commercianti, rappresentanze dei ristoratori, hanno bloccato i tratto per protestare sulle necessità di riaprire e l’insufficienza dei ristori. A causa della manifestazione il tratto di autostrada è stato chiuso provocando 1 km di coda e traffico in tilt.

Autostrade per l’Italia spiega in una nota:

Chi viaggia verso Roma viene deviato sulla A16 Napoli-Canosa, da cui è possibile immettersi sulla A30 Caserta-Salerno in direzione di Caserta, per poi riprendere la A1 verso nord. In prossimità della deviazione obbligatoria si segnala 1 km di coda. Sul luogo dell’evento sono presenti il personale di Autostrade per l’Italia e la Polizia Stradale.

A spiegare la situazione è Vincenzo Grillo, presidente dell’Unione Commercianti Aree Pubbliche spiega le ragioni della protesta: “Abbiamo bloccato entrambe le corsie all’altezza di Marcianise. Il sit-in nasce a causa delle difficoltà oggettive per la pandemia, è illogico scaricare solo sui commercianti il peso del rischio Covid quando poi ci sono assembramenti ovunque. Noi non ce la facciamo più economicamente, non possiamo più andare avanti così. In strada ci sono gli operatori mercatali napoletani dell’area Nord, Scampia e Donguanella, dell’area Flegrea, di Napoli centro, ovvero Poggioreale, tutti i  paesi vesuviani, e l’associazione mercati liberi di Caserta“.

Protesta contro la zona rossa: km di coda sulla Napoli Caserta
Foto di repertorio