Luca Sepe in ospedale: “Dovete ringraziare i social se avete avuto parola”

Luca Sepe sta meglio ma non ha per nulla voglia di nascondere quel dente avvelenato nei confronti dei leoni da tastiera

Luca Sepe, cantautore e conduttore radiofonico partenopeo, da quando ha contratto il Covid ha sempre aggiornato i propri fan attraverso i social, dal trasporto in ambulanza fino al ricovero. Durante gli ultimi video ha raccontato di sentirsi meglio, nonostante le difficoltà pregresse, e che tuttavia resta positivo.

Amici miei, purtroppo è arrivato il risultato del tampone e sono ancora positivo. Ma detto tra noi mi sento un leone, quello che è importante è che rispetto a sei giorni dove sono entrato in questo ospedale per scelta perché non avevo neanche la forza di respirare e questo ossigeno era dieci volte più potente, mi sento molto molto meglio. Ringrazio anche voi per questo. Tutto sta scemando, anche la tosse dovuta alla polmonite che poi mi ha spinto a ricoverarmi.

Gli ultimi messaggi però non riguardano solo la malattia, ma chi lo ha criticato aspramente e probabilmente senza un senso pratico e costruttivo:

A proposito di scemare, mi domando perché gli scemi sono ancora così tanti. Perché una malattia che dovrebbe vederci uniti, dà adito a scemenze, tanti di voi che non hanno mai tenuto parola e ancora non la hanno devono ringraziare i social, perché se si trovano faccia a faccia con qualcuno non sanno proprio parlare. A voi vi amo ancora di più siete una latrina, certa povera gente che non ha proprio nulla perché si vede da cosa scrivete e come vi esprimete. Il padre eterno vi deve tenere cari cari

Luca Sepe in ospedale: "Dovete ringraziare i social se avete avuto parola"