“Napoli capitale delle periferie” di Carmine Zamprotta: è tempo di raccontare

La città si sposta, il centro diventa sempre più il luogo degli affari, della politica, del finto benessere“: è questa la trama del libro “Napoli capitale delle periferie“, scritta da Carmine Zamprotta ed edito dalle Edizioni Iuppiter. Si tratta di un’analisi del problema periferie che coinvolge non solo il nostro paese ma tutta l’Europa. L’autore tratta dello svuotamento dei centri cittadini, delle metropoli non più a misura d’uomo, e la politica ha perso l’occasione per favorire un reale sviluppo del territorio.

 

Napoli capitale delle periferie. Libro di Carmine ZamprottaOgni forma di speculazione attuata in questi anni ha contribuito a devastare il volto delle nostre città. L’autore, Carmine Zamprotta, come giornalista ha analizzato le periferie negli anni 80/90, concentrandosi sull’evoluzione delle aree poste ai limiti delle città, in particolare di Scampia per quanto riguarda Napoli. Come sociologo è stato impegnato con numerose associazioni di volontariato tese al recupero dei minori a rischio in quelle che sono definite aree di frontiera.

Con questo libro, tenta d avviare un dialogo tra istituzioni e territorio, “è tempo d’interrogarsi sull’involuzione delle nostre città, incapaci di assorbire i mutamenti in atto tra flussi migratori e radicamento della criminalità“.

Il libro è disponibile nelle librerie Feltrinelli di Napoli o in vendita on line con le Edizioni Iuppiter,