Grotta dello Smeraldo, il gioiellino della Costiera Amalfitana

Ne esistono di luoghi magici, soprattutto in Italia, ma siamo certi che in pochi siano suggestivi come la grotta dello smeraldo incastonata in quel gioiellino della costiera amalfitana, precisamente tra Amalfi e Conca dei Marini. La costiera intera è tutta da vivere, tra i colori, i profumi, il cibo e naturalmente il mare… ma la grotta, in particolare, viene presa d’assalto da tutti i turisti che decidono di trascorrere le proprie vacanze in uno dei posti più belli del mondo.

La grotta dell smeraldo è di recente scoperta e non ha dunque una storia da raccontare se non quella del suo scopritore, Luigi Buonocore, che si imbatté per caso nella grotta condividendo così quel meraviglioso luogo che oggi è meta di milioni di turisti. Il buon pescatore, in vita, e ancora oggi, è ricordato come lo scopritore della grotta. Del resto non capita tutti i giorni di restituire al mondo una preziosità del genere e appunto per questo è stata denominata “dello smeraldo” per via dei colori che richiamano la gemma preziosa. La grotta infatti assume tinte blu cobalto che cede il passo al turchese, un turchese che diviene verde, dunque verde smeraldo.

Grotta dello Smeraldo, il gioiellino della Costiera Amalfitana
Foto via: costieraamalfitana.com

Questo colore è dato dai raggi del sole che filtrano attraverso la grotta e si riflettono sull’acqua rendendo l’ambiente circostante estremamente fiabesco. Ma l’ingegno campano ha reso ancora più immortale questo luogo posizionando sul fondale della grotta un presepe fatto in ceramica di Vietri sul Mare. L’allestimento è stato realizzato nel 1956 a 4 metri di profondità e ancora oggi è possibile ammirarlo. Inoltre, ogni anno, nel periodo di Natale, alcuni sub si immergono nelle acque smeraldine della Costiera Amalfitana adagiando il bambin Gesù sul fondale della grotta.

Grotta dello Smeraldo, presepe
Foto via: viaggiaincampania.it

Come si arriva e si accede alla grotta dello smeraldo?

Per visitare questa meravigliosa grotta ci sono due opzioni. La prima è l’ingresso via terra che è situato a circa 3 chilometri dalla cittadina di Praiano. La seconda via mare, la più gettonata! Una zattera di legno trasporta dunque i turisti presso questo scrigno prezioso. Sono numerosi gli operatori turistici che offrono questo tipo di escursioni.


Insomma chi va in Costiera per godere di tutte le sue bellezze e del benessere che infonde al spirito e anche al palato, dovrebbe trovare il tempo per visitare questo posto incantevole, una vera e propria grotta fuori dal mondo!

Commenta con i tuoi amici