I panzarotti non sono semplicemente uno sfizio da street food, ma sono poesia napoletana. Il termine risale tra il XVI-XVII secolo, utilizzato per la prima volta nel napoletano per indicare una frittella di forma cilindrica e allungata e farcita di ogni ben di Dio. La sua storia e ricca di aneddoti e la puoi leggere qui.

Panzarotti con la sugna, quelli originali

I panzarotti napoletani, quelli originali, si preparano con lo sugna (strutto) che oggi viene spesso sostituita con il burro e infatti il risultato finale è al quanto diverso, ma sicuramente più “light”. Non sono così difficili da preparare ma bisogna avere pazienza visto che il procedimento è abbastanza lungo

Panzarotti napoletani con la sugna

La ricetta originale da preparare con lo strutto
Preparazione20 min
Cottura30 min
Tempo totale50 min
Portata: Street Food
Cucina: cucina napoletana
Porzioni: 10 persone
Chef: redazione cucina

Ingredienti

  • 2 kg di patate
  • 6 uova
  • 6 cucchiai di caciocavallo grattugiato
  • 6 cucchiai di pecorino romano grattugiato
  • 6 cucchiai di farina
  • 50 gr di sugna (strutto)
  • 200 gr di salame Napoli
  • 350 gr di fior di latte
  • olio per friggere
  • 1 ciuffo di prezzemolo

Ricetta dei panzarotti napoletani tradizionali con la sugna

Preparazione

  1. Laviamo le patate, lessiamole e poi sbucciamole. Tagliamole grossolanamente e trasferiamole in uno sciacciapatate.
  2. Uniamo alle patate la sugna, 2 cucchiai di farina, il caciocavallo, pecorino, il prezzemolo tritato, sale e pepe e cinque rossi d’uovo (non gettando gli albumi). Aggiungiamo i pezzetti di salame e impastiamo.
  3. Dopo aver amalgamato bene l’impasto, ungiamo le mani con l’olio e creiamo dei panzarotti ovvero frittelle dalla forma cilindrica.
  4. Tagliamo il fior di latte a listarelle, dopo averlo lasciato in frigo per almeno tre ore. Pressiamo una o due listarelle all’interno di ogni panzarotto e arrotondiamo ancora un po’ per non fargli perdere la forma cilindrica.
  5. Disponiamo la farina in un piattino. Montiamo gli albumi d’uovo più un altro uovo interno a neve e dunque passiamo prima i panzarotti nella farina e poi nell’uovo montato a neve e poi ripassiamo nel pangrattato.
  6. A questo punto passiamo tuffare i panzarotti poco alla volta in una padella di olio bollente e lasciarli asciugare su carta da cucina assorbente e servire i buonissimi panzarotti napoletani con la sugna.

Ricetta dei panzarotti napoletani tradizionali con la sugna