Formaggino di cioccolato anni ’50/’60: il sapore della semplicità

Vota questa ricetta

“Vi sblocco un ricordo”, un ricordo davvero vintage che in pochi rammenteranno ma che vale la pena condividere per far rivivere la bellezza della semplicità a una generazione che non riesce più a godere delle piccole cose. La ricerca è stata ardua, tuttavia non siamo riusciti a recuperare un’immagine senza marchio. Stiamo parlando dei golosi formaggini di cioccolato anni 50’/60′, che senza brand ha reso dolce le giornate un’intera generazione. Il web dispone solo di quelle marchiate Disney e Ferrero, ma in realtà questi dolciumi venivano immessi sul mercato avvolti da un semplice foglio di carta stagnola dorato.

Questi cioccolatini avevano una forma triangolare e riprendevano, ovviamente, la forma dei primissimi formaggini Susanna. Per le generazioni di riferimento era un gioia scartare quel dolce tanto agognato e che non potevano concedersi tutti i giorni. Il desiderio, l’attesa, rendeva tutto più appetitoso. Sensazioni che l’attuale benessere costante ci ha sottratto.

Quanto costava il formaggino di cioccolato?

Tuttavia, come anticipato, non siamo riusciti a reperire una foto vintage dalla rete, ma grazie alla testimonianza diretta e attraverso i social, siamo riusciti a risalire almeno al costo di questi cioccolatini, alcuni dei quali erano ripieni di scaglie di nocciola. Al Sud, ad esempio, costavano 10 lire. Soldi ben spesi racconta la memoria dei più anziani che si sentivano i più ricchi del mondo con quel triangolo di dolcezza fra le mani.

Formaggino di cioccolato anni '50/'60: il sapore della semplicità

Dato il successo, probabilmente, le grandi aziende dolciarie come la Ferrero lo riproposero stampando sulla confezione i personaggi della Disney più noti all’epoca e che tutti presero a chiamare “lupetto”. Da Topolino a Pippo. Pluto e la banda Bassotti. Pinocchio e co. Inoltre alcuni questi formaggini di cioccolato contenevano anche figurine e non solo dei personaggi dei film d’animazione, ma anche quelle dei calciatori. A mandare in pensione il formaggino di cioccolato è stata l’intera industria della Ferrero che avrebbe poi lanciato lo strepitoso Cremino. La forma triangolare cedeva il passo a quella rettangolare che richiamava sempre il ricordo dello snack salato, ma ancora più dolce e appunto cremoso!

Se tra i vostri ricordi siete in grado di recuperare uno scatto che in qualche modo riprende le vostre merende vintage, compreso il formaggino, non esitate ad inviarcele! Lo staff di Napoli Milionaria sarebbe lieto di darvi spazio sui canali social.