Rione Luzzatti: un murales de “L’amica Geniale” per la riqualificazione del quartiere

Una speranza in più per il Rione Luzzatti travolto dal successo del caso letterario de “L’amica Geniale“, diventato serie evento diretta da Saverio Costanzo e tratto dalla tetralogia della misteriosa scrittrice Elena Ferrante.

Il murales sulla biblioteca del Rione, e che avrebbero realmente frequentate le protagoniste, Lila e Lenù, è stato realizzato dall’artista Eduardo Castaldo e anche dal fotografo di scena della serie. Inaugurato in presenza del presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, ha riscosso un ottimo successo.

È nel Rione Luzzatti che si svolgono le vicende delle due protagoniste in cui si racconta di un’amicizia nata tra i banchi di scuola e destinata a durare una vita intera.

L’idea del murales è partita dalla quarta municipalità di Napoli che con le opere di street art ha intenzione di riqualificare il quartiere. Così il presidente, Giampiero Perrella, dichiara:


Arriveranno altri murales per favorire dal basso la partecipazione – spiega – tra marzo e aprile ne sarà inaugurato un altro nel piazzale Lobianco immaginato dai ragazzi delle scuole medie del rione. In questo quartiere noto per fatti negativi, grazie a “L’amica geniale” adesso arrivano anche i turisti e grazie a questi murales potranno riconoscere i luoghi simbolo della fiction.