Omicidio Colleferro, l’amico salvato: “Ha cercato di mettere pace”

E invece "l'hanno ucciso". Il giovane Willy non sarebbe mai intervenuto se non per portare pace. Il racconta del giovane amico salvato...

Morire per salvare un amico. Questo è quello che ha fatto Willy. È intervenuto per cercare di placare gli animi. Un intervento per portar pace e invece ha incontrato la morte. A raccontarlo è Federico Zurma a la Repubblica, il giovane che il 21enne di Paliano ha salvato a costo della propria vita.

Si è messo tra me e loro. Mi stavano picchiando quando ho visto Willy. Ha cercato di mettere pace. Ma hanno iniziato a picchiarlo in quattro – racconta Federico  – Uno di loro lo ha colpito con un calcio micidiale alla pancia. Willy è rimbalzato a terra, facendosi forza sulle braccia ha provato a rialzarsi, ma quello gli ha subito sferrato un pugno sulla testa, atterrandolo. La discussione tra me e loro è cominciata nella pizzeria ‘Duedipicche’, poi è proseguita sulle scale davanti al locale e infinte nel giardino di fronte Quando eravamo lì è passato Willy con altri suoi tre amici di Paliano.

Ora i quattro indagati, tra i 20 e i 25 anni, sono reclusi nel carcere di Rebibbia in attesa dell’interrogatorio di garanzia. Il giovane di Colleferro, Willy Monteiro Duarte, è ricordato da tutti e dall’amico come un giovane mansueto e che non sarebbe mai intervenuto se non per placare gli animi.

Omicidio Colleferro, l'amico salvato: "Ha cercato di mettere pace"