1 min di letturaGino Strada è morto: da tempo aveva problemi al cuore

Il cuore è un muscolo e lo ha tradito, ma l'anima di Gino Strada di rara umanità e solidarietà non la dimenticheremo mai!

Non solo l’Italia, il mondo, quello dei diritti umani, è sconvolto per la perdita di Gino Strada. Si è spento oggi il fondatore i Emergency e Voci Libere, si trovava in Normandia. Aveva 73 anni il medico che aveva fondato l’Ong insieme alla moglie e che dal 1994 aveva costruito ospedali e posti di primo soccorso in 18 Paesi curando 11 milioni di persone.

Oggi Gino Strada lascia la figlia, Cecilia, avuta dal primo matrimonio con la moglie, Sarti, scomparsa nel 2009. Di recente si era nuovamente sposato con Simonetta Gola. La figlia, invece, scrive così sui social:

Amici, come avrete visto il mio papà non c’è più. Non posso rispondere ai vostri tanti messaggi che vedo arrivare, perché sono in mezzo al mare e abbiamo appena fatto un salvataggio. Non ero con lui, ma di tutti i posti dove avrei potuto essere – continua – beh, ero qui con la ResQ – People saving people a salvare vite. È quello che mi hanno insegnato mio padre e mia madre. Vi abbraccio tutti, forte, vi sono vicina, e ci sentiamo quando possiamo.

La malattia di Gino Strada

Gino Strada pare avesse problemi al cuore e a causa di un peggioramento aveva annullato diversi impegni già presi. Erano noti i suoi problemi cardiaci ma per ora non ci sono conferma circa le cause della morte. Ricordiamo che più volte nel corso degli ultimi 10 anni, molti politici lo hanno segnalato come futuro Presidente della Repubblica anche siamo sicuri non avrebbe mai anteposto gli altri, i più fragili e i più vulnerabili per la politica. Oggi ci lascia un uomo di rara umanità e solidarietà. Addio Gino Strada, che la terra ti sia lieve!

Gino Strada è morto, il suo cuore l'ha tradito