Napoli, Quartieri Spanoli: murales di Maradona “mano de Dios”

Murales "mano de dios" maradona ai Quartieri SpagnoliNapoli non sa più come omaggiare il pibe de oro che ancora oggi ci fa sognare grazie alle sue prodezze e alla vincita di due scudetti consecutivi. E non perché ne sono due, perché ad ogni partita, Maradona, faceva dono di momenti di gioia ai tifosi del Napoli.

Napoli, ogni muro, un murales. Napoli, ogni vico sa di ragù, calcio e Maradona, e ancora oggi spunta un’altra opera artistica, nei Quartieri Spagnoli, dedicata proprio a lui. La “mano de Dios“, del calciatore argentino, è stata eseguita da un suo connazionale innamorato di Napoli e del fuoriclasse.

La realizzazione del murales è avvenuta proprio all’indomani dell’anniversario di Messico ’86, l’importante mondiale in cui l’Argentina, grazie a Maradona, portò a casa il titolo tanto agognato.

L’artista che ha eseguito l’opera si chiama San Spiga e lo ha fatto in una delle città più argentine d’Italia, ovvero Napoli. Ed è stato proprio un altro artista partenopeo ad aiutarlo. Si tratta di Salvatore Iodice, un falegname e oggi anche famoso restauratore visto che eseguì i lavori di manutenzione di un altro murales dedicato al Pibe De Oro, sempre ai Quartieri. Il nostro concittadino ha infatti pubblicato lo scatto che lo ritrae insieme a San Spiga e alle spalle l’opera d’arte, raccontando anche la storia del loro primo incontro.