27.5 C
Napoli
giovedì, Luglio 18, 2024
Homelingua napoletana"Hai voglia 'e mettere rum..." conosci il vero significato di questo detto...

“Hai voglia ‘e mettere rum…” conosci il vero significato di questo detto napoletano?

Hai voglia ‘e mettere rum… o strunzo non diventa mai babbà!“. Quante volte abbiamo letto ho addirittura pronunciato queste parole nei confronti di una persona? Ma siete sicuri di conoscere a fondo il significato di questo proverbio?

"Hai voglia 'e mettere rum..." conosci il vero significato di questo detto napoletano?

Molti lo personalizzano in base al tipo di “st****o” che si trovano ad affrontare, ma in questo caso, nel caso del detto napoletano, ne identifica una categoria, il più st****o di tutti.

Nello st****o che non può mai diventare babbà possiamo identificare quella persona che, nonostante gli insegnamenti ricevuti, e le lezioni di vita, non riesce mai a migliorarsi e non semplicemente “non ricadendo negli stessi errori”, ma addirittura peggiorando i propri atteggiamenti.

“Hai voglia ‘e mettere rum… o strunzo non diventa mai babbà!” conosci il vero significato di questo detto napoletano?

A Napoli si dice che queste persone sono “nate sapute” e partono dal presupposto di avere ragione su tutto perché si sentono migliori, si sento più intelligenti rispetto al mondo che li circonda e proprio per questo motivo quando vengono criticati pensano che quel mondo sia popolato da incapaci totali.

Come riconoscerli? Non è molto difficili. Sorridono sempre a mezza bocca. Sorridono nel bel mezzo del nulla e magari anche quando gli state parlando, perché in realtà vi hanno messo in “off”. Sorridono mentre si trovano in una riunione di lavoro o quelle condominiale, mentre gli altri condomini a momenti arrivano alle mani per discutere di un disagio comune.

Questo modo di fare è da demonizzare, ma anche da capire. Perché la barriera che si sono creati rispetto al resto del mondo in realtà nasconde una grande fragilità. Dunque bisogna essere tolleranti, come in tutte le cose e dare una possibilità di salvezza non solo ai “babbà” ma pure “‘e strunz'”.

Ad ogni modo bisogna fare attenzione ad una cosa. Cadere nella prima categoria è più facile di quanto si creda. Dunque, occhio! Dì la verità… hai dubbi anche tu sulla tua categoria di appartenenza? 😉

Fonti: L’Angelo Insaguinato

Seguici anche su...

ALTRE STORIE