Trappole per mosche: carta moschicida fai da te

Insieme al caldo sono ritornate anche le mosche a dar fastidio mentre dormiamo o mangiamo. Ecco dunque l'unico metodo per liberarsene.

L’estate è ormai arrivata e purtroppo anche le mosche. Per quanto si possa tenere libero l’ambiente la loro presenza alle volte è inevitabile. Vuoi il vicino che taglia l’erba, vuoi altri mille motivi che spingono questi insetti ad introdursi nelle case e alle volte dando molto fastidio, anche quando si dorme e si mangia.

Se pensate di combatterle spendendo soldi in insetticida, scordatevelo! Esiste un metodo più economico, fai da te e che sicuramente funziona. Si tratta della carta moschicida realizzata con materiale che potreste già avere in casa.

Come si crea una carta moschicida fai da te

Basterà recuperare della carta da pacchi, acqua, zucchero e miele liquido o altro tipo di sciroppo ad esempio di mais, riso o agave. In un pentolino versiamo tutti gli ingredienti e mescoliamo riscaldando a fiamma bassa. Una volta ottenuto un composto omogeneo e appiccicoso, spegnere il fuoco e versare il composto in una vaschetta o anche in un piatto. Dopodiché immergiamo le nostre strisce ricavate dalla carta da pacchi. Immergiamole tutte e infine appendiamole in posti strategici, magari sotto l’arco di porte e finestre in modo da fare appiccicare le mosche e non consentire a loro l’accesso all’abitazione.

Trappole per mosche: carta moschicida fai da te
Carta Moschicida – Foto: greenme.it