Sequestro di alimenti a rischio: carni lavorate in uno scantinato

Sequestrati chili di carne nel nolano. I carabinieri fanno irruzione in uno scantinato allestito a laboratorio fatiscente per la lavorazione degli insaccati.

Maxi sequestro di carni da parte dei Carabinieri. L’operazione è avvenuta a Roccarainola, nel nolano. Sottoposto a sigilli un laboratorio abusivo in cui si lavorava la carne in parte trovata all’aperto, in una stanza con pavimento sporchi, finestre rotte e appese sui pali di legno senza rispettare alcuna norma di igiene o qualsiasi tipo di tracciamento.

I carabinieri hanno sequestrato non solo 30 chili di insaccati appena lavorati, ma anche 240 chili di carne e vari prodotti caseari, anche questi privi di tracciabilità. Multato il titolare del laboratorio della macelleria in quanto non inserito nel circuito per il commercio della carne Igb/Dop nonostante i carni di garanzia che manifestava nel suo locale, pare una macelleria a Liverni.

Sequestro di alimenti a rischio: carni lavorate in uno scantinato