Coronavirus in Campania, De Luca: “per marzo picco di contagi”

Aumenta il numero di contagi da Coronavirus in Campania. Il governatore della Regione parla di un probabile picco durante il mese di marzo.

Il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha fornito i primi aggiornamenti sulla situazione Coronavirus in Campania. Il numero delle persone in isolamento domiciliare controllato è pari a 1.318, ma aggiunge: “Di queste persone circa 110 sono positive al Coronavirus. Cosa vuol dire? Che sono 110 persone contagiate ma asintomatiche e il 90% di quelli che sono a domicilio non hanno ad oggi nessun contagio”.

Tuttavia la situazione potrebbe aggravarsi soprattutto con l’arrivo delle persone scappate dal Nord per rifugiarsi in Campania. Così dice il Governatore: “Con l’arrivo di queste persone dal Nord noi andremo in difficoltà. Dobbiamo aspettarci per marzo picco di contagi in Campania”.

Alle ore 20:00 di ieri sera, il bollettino della Protezione civile regionale registrava 115 casi di contagio da Coronavirus in Campania. I decessi che si registrano in regione sono 3. Intanto il presidente Vincenzo De Luca cerca di rassicurare dichiarando: “Stiamo preparando i nuovi posti letto di terapia intensiva, nelle ultime 36 ore abbiamo già attrezzato 50 posti letto aggiuntivi rispetto a quanto avevamo“. “Ho inviato – ha sottolineato De Luca – anche una disposizione alle Asl per verificare i centri anti-diabete, perché non si possono chiudere. Le prestazioni rinviabili si rimandano di qualche settimana, per il resto la fruizione dei servizi sarà più scaglionata nel tempo. Questo vale anche per centri accreditati e chiarisco che i centri di riabilitazione restano aperti“.

Coronavirus in Campania, De Luca: "per marzo picco di contagi"