Kerry Kennedy: “Napoli, incomparabile bellezza e vitalità”

La nipote dell'ex presidente USA, Kerry Kennedy, di nuovo in Campania per partecipare al festival e lodare la nostra magnifica terra.

Kerry Kennedy, figlia di Bob e nipote del presidente americano John Filtzgerad assassinato nel 1963 e che pare abbia un debole per l’Italia, in particolare per la Campania e per Napoli. Il suo è un nome importante, forse ingombrante, ma che le ha permesso di intraprendere una strada molto importante e temi che le stanno a cuore in modo particolare: ovvero la diversità.

Kerry Kennedy: "Napoli, incomparabile bellezza e vitalità"

Come ogni anno Kerry Kennedy partecipa all’Ischia Global Fest e ancora una volta coglie l’occasione per parlare di diversità ma parla e loda anche la nostra città. Ecco infatti cosa ha dichiarato ai microfoni de Il Corriere della Sera:

Sono stata benedetta per aver visitato questa parte d’Italia fin dal 1974 ed è sempre stato un luogo di incomparabile bellezza, di gioiosa vitalità. Da cinque anni mi dedico a questo festival insieme a Pascal. E certo, oltre ai diritti, non è male sapere che potrai godere di un cibo unico e di terme che sono un dono degli dei.

Napoli è il segreto turistico meglio custodito. Scendi al porto e senti di essere vivo. Ti giri intorno e sei avvolto da una cultura che abita chiese e palazzi. Adoro Pompei, e ogni volta che ci ritorno apprendo qualcosa di nuovo sul mondo antico. E ancora la Costiera Amalfitana con borghi e terrazze che sembrano precipitare in mare. Qui ho imparato che se i pomodori sono dolci non c’è bisogno del dessert.

Chi vive in questi luoghi spesso li dà per scontati, ma se ci si ferma un attimo a riflettere e a guardare anche con gli occhi del cuore, ti rendi conto di avere davanti un vero paradiso terrestre. Non si tratta solamente dei luoghi però, infatti Kerry Kennedy sottolinea: “La parte migliore di questa terra è la gente. Non è dove siete, ma con chi siete che conta. E non esiste posto migliore di questo”.