1 min di letturaPesto di basilico napoletano: la ricetta succulenta

Il pesto di basilico napoletano è una vera goduria il palato e per gli occhi. Una crema ideale per condire spaghetti ma anche per servire tartine

Il basilico napoletano è diverso da quello industriale, quello che siamo soliti comprare dal fruttivendolo o al supermercato. Di solito abbelliscono i balconi partenopei alla fine dell’inverno, ma si può coltivare e trovare anche fuori stagione. Le differenze rispetto alla pianta classica sono diverse: innanzitutto è caratterizzato da un colore verde più chiaro e le foglie sono più larghe e piene. Hanno un odore e un sapore molto aromatico. È meglio però impiegarlo fresco, con l’essiccazione infatti potrebbe perdere il suo classico sapore. Questa pianta è anche utilizzata per preparare il famoso pesto di basilico napoletano. Una vera goduria sia per lo stomaco che per gli occhi.

Bruschette con pesto di basilico napoletano
Bruschette con pesto di basilico napoletano

Spaghetti al pesto di basilico napoletano

Il pesto di basilico napoletano ad esempio è l’ideale per condire pietanze come i primi piatti, ma non solo. Si presta anche come crema spalmabile sulle tartine o bruschette e da servire ad esempio come aperitivo. Ideali anche con alcuni legumi come ad esempio i fagiolini ma anche con patate. Inoltre si sposano perfettamente con alcuni tipi di pasta come le orecchiette. Noi però vogliamo prepararli in maniera tipicamente napoletana, ovvero con gli spaghetti.

Pesto di basilico napoletano: la ricetta succulenta

Pesto di basilico

redazione cucina
La ricetta della pasta al pesto di basilico è facilissima da preparare
Preparazione 10 min
Cottura 15 min
Tempo totale 25 min
Portata Portata principale
Cucina napoletana
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 150 gr di basilico
  • 90 gr di pinoli
  • 50 gr di parmigiano
  • 40 gr di pecorino
  • olio evo
  • sale grosso
Keyword pasta al pesto di bsilico, pesto di basilico, pesto di basilico napoletano, ricetta

Preparazione

  1. In un mixer versiamo pinoli e sale grosso e mixiamo aggiungendo piano pano anche il basilico.
  2. Quando il basilico sarà terminato continuiamo a mixare aggiungendo anche l’olio e i poi i formaggi, uno alla volta e così il composto da cremoso diventerà più denso e aggiungere un altro po’ di olio.
  3. Adesso potrete condire i vostri spaghetti precedentemente scolati al dente.

Altre ricette con il pesto

Pesto di basilico napoletano: la ricetta succulenta

Consigli

Per quanto riguarda la conservazione noi vi consigliamo di consumarlo al momento o tutta al più conservarlo in frigorifero chiuso ermeticamente e non più di un 1/2 giorni. Considerate che il profumo può essere abbastanza forte perché ha un’aroma simile alla genovese ma leggermente più tendente al mentolo.