Vaccino anti-covid: “Se si ammala un lombardo vale di più”

Innescano diverse polemiche le dichiarazione rilasciate da un europarlamentare della lega in materia di vaccino anti-covid.

Fanno discutere le dichiarazioni che l’europarlamentare leghista, Angelo Ciocca, ha rilasciato durante la trasmissione radiofonica Lombardia Nera ad Antenna 3. L’argomento è il vaccino anti-covid e la necessità di distribuirne in più nella regione lombarda per diversi fattori: per via di una maggiore intensità abitativa rispetto al resto d’Italia ed un fatto economico per cui “se si ammala un lombardo vale di più che se si ammala una persona di un’altra parte d’Italia.

E’ un dato di fatto. Se si ammala un lombardo, economicamente, da imprenditori, vale di più rispetto a un laziale. Sulla salute non si può fare politica, ma bisogna fare anche un ragionamento economico per il Paese perché purtroppo, è un dato di fatto, un cittadino lombardo paga più tasse rispetto un cittadino laziale. La Lombardia è stato il territorio più colpito colpito dai contagi. Gli estintori li metti a disposizione dove hai più incendi: sia perché siamo numerosi, sia perché ci sono più ammalati e contagi e poi non ultimo l’aspetto economico perché è un territorio che più va in difficoltà più paga l’intero Paese.

Vaccino anti-covid: "Se si ammala un lombardo vale di più"