Castelvolturno, muore per salvare la vita di due bambini

È morto da eroe per salvare due bambini incapaci di nuotare contro la corrente del mare. I fatti sono accaduti ieri, a Castelvolturno

È morto da eroe Rahhal Amarri, 42 anni, di origine marocchine e gestore di un lido a Castelvolturno, in provincia di Caserta. È morto per salvare la vita di due ragazzini che a largo non riuscivano più a ritornare a riva, troppo piccoli per opporsi contro la corrente del mare. Rahhal non ci ha pensato due volte, si è subito attivato nelle procedure di salvataggio. Ha trascinato la barca in mare ed è riuscito a salvare la prima vita. Il secondo bambino, invece, è stato salvato da un pescatore che è riuscito a trascinarlo sull’imbarcazione. Probabilmente il gestore del lido ha pensato che ci fossero altre vite in pericolo, così si è spinto a largo per verificare ma è stato colto da un malore.

Castelvolturno, muore per salvare la vita di due bambini

Troppo lo sforzo, colto da un malore

L’uomo è stato soccorso dal bagnino e altre persone che sono riusciti a trascinarli a riva. Nonostante i tentativi di rianimarlo Rahhal Amarri non ce l’ha fatta. Lo sforzo è stato enorme e all’arrivo dei soccorsi il 42enne era già morto. I fatti sono accaduti ieri e non è escluso che il pubblico ministero possa disporre dell’autopsia.