Napoli, rapinatori restituiscono l’orologio: era un falso!

Un "pacco" svizzero per i ladri napoletani che restituiscono l'orologio ai turisti perché si trattava di un falso.

Un pacco svizzero, potremmo definirlo; ma di un pacco legittimo! È quello che è accaduto a Napoli domenica sera. Due turisti erano seduti fuori a un caffè di Piazza Trieste e Trento quando sono stati rapinati. Probabilmente pedinati, e come riporta l’ANSA, da un uomo che uscito da un suv e a volto scoperto ha intimato a uno dei due di consegnargli l’orologio che aveva al polso. Con una pistola puntata alla tempia il turista non ha potuto fare altre che eseguire.

Napoli, rapinatori restituiscono l'orologio: era un falso!

Per il ladro però le cose non sono andate bene. L’orologio era in realtà un falso. Così è accaduto un fatto ancora più assurdo (anche inquietante). Un altro giovane a volto scoperto si è avvicinato dopo qualche minuto al turista derubato per riconsegnargli il suo orologio. Un falso, non valeva niente, non avrebbero potuto piazzarlo. Tutto è accaduto nella totale incredulità dei due svizzeri anche se i gestori dell’esercizio hanno subito allertato la polizia.

A ogni modo alcune telecamere di video sorveglianza, private però perché a quanto pare quelle pubbliche sono inattive, hanno registrato tutto e la scena è davvero inquietante. Ma non puntiamo tuttavia il dito solo su Napoli. La cronaca recente ci informa che episodi del genere si verificano in tutte le grandi metropoli, come Milano che è così diffuso che ha spinto anche la super influencer, Chiara Ferragni, a esporsi.