“Nata per te”: la storia di Luca ed Alba diventa un film

Il primo single e gay ad aver adottato in Italia. La sua storia diventa un film. Sugli schermi, finalmente, tutti vedranno la serenità con la quale Luca Trapanese sta crescendo sua figlia

Ciack si gira: una storia che dovrebbe essere ordinaria ma nel nostro Paese ha dell’incredibile. Tutta la Campania, e forse l’intera nazione, conosce la storia di Luca Trapanese e Alba. Nel 2017, oggi l’Assessore alle politiche sociali di Napoli, adotta Alba, una bimba affetta da sindrome di down, a pochi mesi dalla nascita. Non trovando una famiglia disposta ad accoglierla, il Tribunale di Napoli decide di affidarla a Luca, omosessuale e cattolico praticante. Alba, a pochi mesi e senza saperlo, aveva trovato un genitore disposto a donarle tutto il suo amore e lo notiamo ogni giorno attraverso i social in cui papà Luca condivide con la community momenti delle loro giornate.

"Nata per te": la storia di Luca ed Alba diventa un film
Foto Instagram: @trapaluca

Da sempre Luca Trapanese è impegnato nel sociale. Nel 2007 fonda l’associazione “A ruota libera” e successivamente si impegna nei progetti quali “La casa di Matteo”. Nel 2017 invece diventa papà, oggi di una bambina serena e felice. Tale esempio di vero amore, perché poi è quello che conta in una famiglia indipendentemente dal numero dei membri, sta per diventare un film dal titolo “Nata per te”, diretto da Fabio Mollo e le cui riprese sono iniziate qualche giorno fa a Napoli, in Piazza Matteotti.

Di recente un dibattito social ha portato a confronto Luca Trapanese e Giorgia Meloni. Il primo invitava la leader di Fratelli d’Italia a pranzo, a casa sua, per toccare con mano l’ambiente sereno in cui Alba è cresciuta felice. In risposta la Meloni ha dichiarato “Per un bambino essere cresciuto e amato da un papà e una mamma è meglio che esserlo da uno solo dei due“, ma non è detto che Alba crescendo in una casa famiglia, in un istituto, avrebbe trovato una famiglia. Con Trapanese, anche se uomo, ha trovato nel singolo tutto l’amore del mondo.