Positano, tassa sul panorama: pagare per fotografare

Positano: da oggi in poi per fotografarla bisognerà pagare e chiedere autorizzazione al comune.

Ok per le case cinematografiche e per le pubblicità, ma per gli sposi? La cifra ci sembra un po’ esosa per alcuni contesti e tuttavia il sindaco di Positano tende a chiarire che questa scelta non è fatta per “far cassa“.

Positano, tassa sul panorama: multe per chi fotografa senza autorizzazione
Foto Wikipedia: JeCCo

Di cosa si tratta? Da oggi in poi fotografare il panorama della bellissima Positano, quelle meravigliose e coloratissime case a strapiombo sul mare, potrebbe costarvi veramente caro. Arriva nel comune cilentano una tassa sul panorama con delibera n. 25 approvata dal comune della cittadina il 3 ottobre 2017.

Chiunque voglia includere il panorama di Positano nei propri filmini di nozze, pubblicità o film dovrà versare nelle casse del comune quota 1.000 euro per foto e 2.000 per video. Queste tasse ovviamente sono escluse quelle riprese atte a promuovere il turismo della costiera.

A la Repubblica il sindaco di Positano, Michele De Lucia, spiega che serve per limitare i set che si vengono a creare in città e che bloccano il passaggio turistico (ci chiediamo se a Positano vengano girati 10 film al giorno, ndr). Continua il primo cittadino:

Quanto alle cifre, sono simboliche: altro che mille o duemila euro, chi sfrutta l’immagine di Positano dovrebbe pagarne 50 mila o 100 mila

E cosa prevede il regolamento nel caso in cui la legge non venga rispettata?

Chiunque voglia effettuare riprese o servizi fotografici al comune di Positano dovrà presentare istanza di autorizzazione al comune almeno 30 giorni prima dell’inizio delle riprese. Le richieste d’urgenza, o giunte oltre il termine, saranno autorizzate con una maggiorazione del 50% sul dovuto.